All-Star Game, ecco i quintetti: Durant solo quindicisemo

Nella notte sono stati annunciati i quintetti per il prossimo All-Star Game che si terrà a Brooklyn… continua a leggere

All-Star Game, ecco i quintetti: Durant solo quindicisemo All-Star Game, ecco i quintetti: Durant solo quindicisemo

Le Bucks Dancers viste a Londra

Le Dancers dei Milwaukee Bucks in trasferta a Londra, grande spettacolo, grandi foto!!!… continua a leggere

Le Bucks Dancers viste a Londra Le Bucks Dancers viste a Londra

3 amici, Londra, i Knicks e Willis Reed

Trafalgar Square, i leoni, una birra in mano e un gruppo di amici. Questa è stata Londra per la redazione… continua a leggere

3 amici, Londra, i Knicks e Willis Reed 3 amici, Londra, i Knicks e Willis Reed

Il viaggio di Dante Cunningham, dal parquet all’inferno e ritorno

Il 4 dicembre i New Orleans Pelicans sono di scena all'Oracle Arena di Oakland per affrontare i lanciatissimi… continua a leggere

Il viaggio di Dante Cunningham, dal parquet all’inferno e ritorno Il viaggio di Dante Cunningham, dal parquet all'inferno e ritorno

Pistons, Datome vola in D-League, per una trade

Gigi Datome non è più un giocatore dei Detroit Pistons. L'ex giocatore della Virtus Roma, mai entrato… continua a leggere

Pistons, Datome vola in D-League, per una trade Pistons, Datome vola in D-League, per una trade

Nella notte sono stati annunciati i quintetti per il prossimo All-Star Game che si terrà a Brooklyn il prossimo 15 febbraio.

Con un sorpasso al fotofinish il giocatore più votato è stato Stephen Curry (il favorito alla conquista del premio di MVP della stagione) che con i suoi 1.513.324 voti ha ottenuto circa 42mila in più preferenze di un certo LeBron James (1.470.483) che sicuramente paga la stagione fin qui non brillante sua e dei suoi Cleveland Cavaliers.

“Sono incredibilmente orgoglioso, questo riconoscimento significa molto per me – sottolinea Curry – non lo prendo certamente per scontato. Voglio rappresentare i Warriors nel miglior modo possibile all’All Star Game, questo per me e’ un sogno che si realizza”.

Il podio dei più votati è completato da Anthony Davis (1.369.911) leader dei New Orleans Pelicans. Un gradino più sotto (seconda guardia titolare dell’Ovest) si attesta Kobe Bryant (1.152.402) che conquista sì il suo 17° All-Star Game consecutivo cui però sarà costretto con ogni probabilità a dare forfait a causa della lesione alla cuffia dei rotatori della spalla destra rimediata contro New Orleans, un infortunio che potrebbe addirittura far calare in anticipo il sipario sull’intera stagione di Bryant qualora dovesse essere operato.

Il quintetto della Eastern Conference, che verrà guidato in panchina dal tecnico dei sorprendenti Hawks Mike Budenholzer, sarà quindi formato da John Wall, Kyle Lowry, Carmelo Anthony, LeBron James e Pau Gasol, i titolari votati dai tifosi Nba a Ovest, agli ordini di Steve Kerr dei Warriors, saranno, invece, Stephen Curry, Kobe Bryant, Blake Griffin, Anthony Davis e Marc Gasol.

Dunque quello di Curry non è stato il solo sorpasso avvenuto dopo l’ultimo rilevamento: ad Est per esempio anche Kyle Lowry  (805.290), grazie all’imponente campagna pubblicitaria portata avanti sui social dai Toronto Raptors e da un idolo degli adolescenti quale Justin Bieber, ha avuto la meglio su Dwyane Wade (789.839) guadagnandosi la seconda maglia da titolare tra le guardie dopo John Wall (886.368).

Fa clamore invece l’esclusione dell’MVP della passata stagione Kevin Durant che ottiene “solo” 545.226 preferenze (quindicesimo assoluto dietro anche a Marcin Gortat). Peggio ancora va all’MVP delle ultime finali NBA: Kawhi Leonard che chiude con 132.150 voti.

Concludiamo con una curiosità: nella storia dell’All-Star Game, i fratelli Marc (795.121) e Pau Gasol (974.177) saranno la prima coppia di fratelli votati nei quintetti titolari.

 

 

Le Dancers dei Milwaukee Bucks in trasferta a Londra, grande spettacolo, grandi foto!!! Continua a leggere

Trafalgar Square, i leoni, una birra in mano e un gruppo di amici. Questa è stata Londra per la redazione di nbadoctors.com questo week-end, volata per seguire la partita Milwaukee Bucks vs New York Knicks. Partita orrenda con i Bucks vincitori e i Knicks imbarazzanti. Continua a leggere

Il 4 dicembre i New Orleans Pelicans sono di scena all’Oracle Arena di Oakland per affrontare i lanciatissimi Golden State Warriors. A 30 secondi dalla fine del primo quarto esce Tyreke Evans e fa il suo esordio stagionale l’ultimo arrivo della squadra della Louisiana, Dante Cunningham. Sulla partita non incide, ma sulla sua vita sì, visto che quei minuti in campo segnano la fine di una brutta storia. Continua a leggere

Gigi Datome non è più un giocatore dei Detroit Pistons. L’ex giocatore della Virtus Roma, mai entrato nelle rotazioni di coach Stan Van Gundy, è stato infatti “spedito” in D-League ai Grand Rapids Drive dove si spera possa mettersi in mostra e riprendere il ritmo partita per poter così entrare in una trade che possa rilanciare la sua carriera in NBA dopo un anno e mezzo di tanta, troppa e ingenerosa panchina. Continua a leggere

L’Adidas ha presentato le D Lillard 1, le prime scarpe firmate dalla stella dei Portland Trail Blazers:  Continua a leggere

Miami comincia la partita alloStaples Center con un perentorio 18-0 sigillato dalla schiacciata diWhiteside. Bryant segna i primi due punti dei Lakers a 4’23″ dalla fine del primo quarto, Continua a leggere

La foto è volutamente sfocata, ricorda un pò la foto di “Ritorno al Futuro”, dove piano piano il protagonista scompare dalla foto, come gli aveva suggerito anche Chris Bosh : “Sarà difficile giocare per Lebron James, per me lo a fine non ce la facevo più. All’inizio mi sono adattato, se Love riuscirà a fare lo stesso otterrà risultati, in caso contrario sarà molto dura per lui”. Continua a leggere

Può l’assenza di un giocatore pesare così tanto per una squadra? Se pensiamo alle grandi squadre del passato, la risposta sarebbe: assolutamente si solo se parliamo di un campione. Insomma se i Lakers anni ’80 avessero perso Continua a leggere

Stephen Curry non è solo il possibile Mvp della stagione 2014-2015 ma avrà anche per la prima volta delle scarpe firmate. La Under Armour ha pensato di dedicargli le prossime scarpe, le Curry One:  Continua a leggere

News

Sondaggio

Tre grandi giocatori senza anello: chi è stato il migliore?

Risultato

Loading ... Loading ...

Archivi